STARE TUTTI BENE INSIEME: educazione e benessere

immagine-coordinata2-01
Sostenere le attività di judo, sport olimpico e arte marziale per combattere la dispersione scolastica, destinate ai bambini dai 6 ai 14 anni in orario extrascolastico.

Stare tutti bene insieme: educazione e benessere” è il progetto con il quale vengono proposte attività formative di judo, sport olimpico e arte marziale di alto livello al fine di promuovere il benessere di bambini e ragazzi di età compresa tra i 6 e i 14 anni e di combattere i fenomeni della dispersione scolastica, situazioni di disagio e disabilità.
La Compagnia di San Paolo ha scelto di porsi in un sistema di sussidiarietà, finanziando tale progetto con il bando “Stiamo tutti bene: educare bene, crescere meglio”, offrendo quindi sostegno economico a quanto viene realizzato dall’Ente Pubblico che si preoccupa di ottenere il successo formativo dei minori in età scolastica.

I corsi si svolgeranno in orario extracurricolare nel Comune di Cafasse, di Cantoira e di Chialamberto e sono volti a promuovere anche una maggiore responsabilità dei genitori e delle famiglie nell’educazione dei propri ragazzi e di valorizzare gli atteggiamenti positivi nei confronti di loro stessi e del mondo.
Il judo e le attività di giocomotricità sono già presenti a Cafasse, mancano invece proposte di attività sportive a Cantoira e Chialamberto. Con il contributo della Compagnia di San Paolo però, si potrebbe promuovere e diffondere queste attività a Cafasse e realizzare gratuitamente un nuovo progetto formativo a Cantoira e Chialamberto, senza chiedere alcuna quota a scuole e famiglie.

Gli obiettivi del progetto:

1. Aiutare i ragazzi a conoscere se stessi e le proprie potenzialità in modo da rafforzare il proprio carattere e il rapporto con gli altri e di sviluppare al meglio le capacità psicofisiche;

2. Indirizzare i giovani a praticare sport, a studiare e impegnarsi a scuola e a relazionarsi con gli altri, al fine di raggiungere soddisfazioni e successi personali;

3. Portare i ragazzi ad assumere comportamenti leali e rispettosi verso l’avversario (fair play). Prevenire dunque, comportamenti quali violenza e discriminazione;

4. Sottolineare il concetto di convivenza civile: comprendere i valori del buon comportamento da applicarsi nello spazio civile pubblico, della buona salute e dell’alimentazione.

Di seguito alcuni fra i molti riconoscimenti legati al Judo:

– L’UNESCO ha proclamato il judo come la migliore attività formativa per bambini e ragazzi, in quanto è in grado di potenziare le proprie possibilità motorie e acquisire un tipo di rapporto con le altre persone attraverso il gioco e la lotta.

– Il CIO considera lo judo come uno degli sport più completi che ha valori intrinseci quali partecipazione, rispetto, amicizia e volontà di migliorare.

Per tutte le informazioni e chiarimenti sul bando si rimanda alla pagina web di Compagnia di San Paolo.

loghi

Leave a Reply

Name *
Email *
Website